Notizie e aggiornamenti

  • Partenariati pubblici-privati (PPP): i rischi della parte privata
    on 17 Giugno 2024 at 10:00 pm

    Il rischio operativo, l’equilibrio economico finanziario e l’istituto della revisione

  • Mandato d'arresto: se muta il titolo cautelare spetta alla Corte d'appello verificare i presupposti
    on 17 Giugno 2024 at 10:00 pm

    Nelle more della procedura di consegna il nuovo MAE deve essere vagliato dal giudice di merito, non dalla Cassazione (sentenza n. 23296/2024)

  • Le assenze per accesso al pronto soccorso sono escluse dal computo ai fini del comporto
    on 17 Giugno 2024 at 10:00 pm

    Il CCNL di categoria accoglie una nozione ampia di ''ricovero'', comprensiva sia del ricovero ospedaliero che si protrae almeno 24 ore, sia del ricovero di durata giornaliera

  • Non viola l’art. 8 CEDU il divieto di morte medicalmente assistita del paziente
    on 17 Giugno 2024 at 10:00 pm

    La Corte EDU (sez. II, sentenza 13 giugno 2024, n. 32312/2023) esclude che il diritto alla vita privata sancito dall’art. 8CEDU obblighi gli Stati a introdurre la morte medicalmente assistita per consentire al malato di porre fine alle proprie sofferenze. L’incriminazione dell’aiuto al suicidio rientra, infatti, nel margine di apprezzamento di cui gli Stati sono titolari. La Corte ritiene, inoltre, che non violi il divieto di discriminazione di cui all’art. 14CEDU disciplinare in modo diverso la situazione del malato tenuto in vita da un trattamento sanitario, il quale, chiedendone l’interruzione, va incontro alla morte, e quella del malato che, non essendo tenuto in vita dal trattamento, neppure può chiedere di morire tramite suicidio assistito.

  • Oltraggio alla Corte: illegittima la condanna dell’avvocato se le espressioni sono continenti al caso
    on 17 Giugno 2024 at 10:00 pm

    Pronunciandosi su un caso “croato” in cui si discuteva della legittimità della condanna inflitta ad un avvocato al pagamento di una pena pecuniaria per il reato di oltraggio alla Corte per osservazioni formulate nel contesto di un processo di appello in cui rappresentava un cliente, la Corte e.d.u., sez. II, 4 giugno 2024 (n. 28794/18), ha ritenuto, all’unanimità, che vi fosse stata la violazione dell’art. 10 (libertà di espressione) della Convenzione EDU.

  • L’assegnazione della casa coniugale alla madre è revocata in caso di trasferimento
    on 17 Giugno 2024 at 10:00 pm

    L’assegnazione della casa familiare al coniuge affidatario dei figli, risponde alla logica dell’esclusivo interesse della prole minorenne, in considerazione degli interessi concretamente in gioco e di altre soluzioni possibili più vantaggiose per la prole. Pertanto, in caso di trasferimento della madre e dei figli presso altro immobile, è escluso il presupposto che l’immobile originariamente adibito a casa coniugale possa ancora rappresentare l'habitat domestico dei minori, ovvero il centro dei loro affetti ed interessi. Lo stabilisce la Cassazione civile, sez. I, ordinanza 10 giugno 2024, n. 16050.

  • Utilizzo illecito di dashcam: privacy e risvolti penali
    on 17 Giugno 2024 at 10:00 pm

    L'impiego di telecamere a bordo delle auto per scopi diversi da quelli assicurativi e di sicurezza stradale solleva dubbi sul piano della tutela della riservatezza

  • La scelta della legge regolatrice della successione nel Regolamento UE 650/2012: le recenti decisioni della CGUE
    on 16 Giugno 2024 at 10:00 pm

    Il Regolamento UE 650/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio del 4 luglio 2012 (sulla competenza, legge applicabile, riconoscimento ed esecuzione delle decisioni, accettazione ed esecuzione degli atti pubblici in materia di successioni, nonché sulla creazione del certificato successorio europeo) - applicabile unicamente alle successioni apertesi dal 17 agosto 2015 (per quelle antecedenti si rinvia a quanto previsto dagli articoli 46 e ss. Legge 31 maggio 1995 n. 218) – introduce, tra l’altro, un’inversione di rotta quanto ai criteri di individuazione della legge regolatrice della successione, abbandonando la regola della “cittadinanza” a favore di quella della “ultima residenza abituale”.

  • Sequestro di persona: legittima la procedibilità a querela
    on 16 Giugno 2024 at 10:00 pm

    Con l’ordinanza n. 106 del 13 giugno 2024, la Corte costituzionale ha dichiarato la manifesta inammissibilità di una serie di questioni, tendenti a ripristinare il regime di procedibilità d’ufficio per una parte dei fatti previsti dall’art. 605, comma 1, c.p.

  • Impianti energia rinnovabile: mutamento destinazione per le zone gravate da usi civici con legge regionale
    on 16 Giugno 2024 at 10:00 pm

    Con la sentenza n. 103 del 2024 la Corte Costituzionale ha tra l’altro dichiarato la non fondatezza della questione di legittimità costituzionale – in riferimento all’art. 117, comma 3, Cost. – dell’art. 13, comma 1, lett. b), della legge reg. Sardegna n. 9 del 2023, nella parte in cui – eccedendo dalla competenza legislativa regionale in materia di produzione e distribuzione dell’energia elettrica – avrebbe consentito l’installazione di impianti per la produzione di energie rinnovabili nelle zone gravate da usi civici, poiché – in base all’attuale disciplina – le regioni sono chiamate a individuare le aree idonee all’installazione degli impianti sulla scorta dei principi e dei criteri stabiliti con appositi decreti interministeriali, con l’individuazione delle aree idonee non più in sede amministrativa, bensì con legge regionale.

  • Nessun rimborso delle retribuzioni per gli operatori sanitari no vax
    on 16 Giugno 2024 at 10:00 pm

    Escluso il risarcimento per i giorni di sospensione per emergenza Covid successivi al 15 dicembre 2021, se non sono stati reimpiegati in mansioni non implicanti contatti interpersonali

  • ''Pathei mathos'', ma non secondo la Consulta
    on 16 Giugno 2024 at 10:00 pm

    Riflessioni sul tema della ''pena naturale'' a margine di una recente sentenza della Corte costituzionale

  • Creditore del condominio vuole farsi pagare dal singolo condomino? Deve notificargli titolo esecutivo e il precetto
    on 16 Giugno 2024 at 10:00 pm

    Con sentenza del 24 aprile 2024, n. 2038 il Tribunale di Catania esamina una questione giuridica che ha un certo rilievo pratico in ambito condominiale, nel quale è consentito per i terzi creditori del Condominio di poter agire direttamente in via esecutiva, ove risultino muniti di apposito titolo esecutivo, nei confronti dei singoli condomini in relazione alla quota da loro dovuta in ordine alla relativa spesa oggetto di pretesa economica, precisando, a tal proposito, che – ancorché il credito si sia formato nei confronti del Condominio – debbano essere notificati a ciascun condominio che si intenda escutere sia il titolo esecutivo che il correlato conseguente precetto.

  • Il rendiconto periodico dell’amministratore di sostegno
    on 15 Giugno 2024 at 10:00 pm

    Il rispetto dei termini per il deposito del rendiconto e la sua completezza sono requisiti essenziali per non incorrere nella possibile revoca dell’incarico

  • Il trattenimento illegittimo di titoli da parte di un istituto di credito costituisce appropriazione illecita?
    on 14 Giugno 2024 at 10:00 pm

    In assenza di una normativa ad hoc e di una consolidata giurisprudenza, l’unico rimedio efficace è rappresentato dall’avvio di un procedimento penale ex art. 646 c.p.